Posta Cuori Puri – Se mi masturbo devo togliere l’anello ?

Posta Cuori Puri – Se mi masturbo devo togliere l’anello ?

Condivisioni 110

Il tema della masturbazione torna sempre, ci scrive questa volta un ragazzo:

Gentilissimo Padre,

Sono stato fidanzato tanti anni con una ragazza ma quando dovevo sposarmi mi ha lasciato e sono rimasto solo.

Ovviamente adesso vivo in castità (ciò che prima non accadeva) e voglio fermamente impegnarmi affinché questo continui fino ad un eventuale futuro matrimonio Cristiano, anche se dovessi fidanzarmi di nuovo.

Sono sempre stato vicino alla Fede e alla Chiesa anche se sono stato un grandissimo peccatore; ma ora che ho iniziato un nuovo cammino spirituale, grazie anche ai messaggi della Madonna di Medjugorje, sento il bisogno di impegnarmi più seriamente e ho scoperto la vostra bellissima iniziativa alla quale mi piacerebbe aderire. Dopo aver letto bene e meditato lo statuto e le regole di Cuori Puri mi è sorto un forte dubbio: sono certo di riuscire a vivere in serena castità ma purtroppo ancora spesso cado in peccati come la masturbazione; in TV e su internet ci sono sempre tante tentazioni e a volte non riesco a non cedere. Cerco comunque di confessarmi abbastanza spesso (almeno una volta al mese) ma non avendo ancora trovato un direttore spirituale vero e proprio non riesco a capire se questo può compromettere la promessa di castità e se questo implica la non validità della consacrazione.

Le chiedo pertanto una delucidazione in merito e un consiglio su come procedere.

Ringraziandola infinitamente per la bellissima iniziativa volta a salvare tantissime anime,rimango in attesa e la saluto cordialmente.

(lettera firmata)

Padre Renzo Gobbi risponde:

Caro………………………..,

grazie prima di tutto per il tuo scritto: chiaro e sano, e per la tua testimonianza.

Innanzitutto la ‘promessa’ di cuori puri riguarda solamente il ‘rapporto completo ; perciò la puoi fare.

Per il peccato di masturbazione, ti dico alcune cose.

1 – perché sia peccato grave, oltre all’atto in sé negante la vita, ci vuole anche la piena avvertenza (sapere che è male) e il deliberato consenso (volere il male). Spesso ci sono delle attenuanti: provocazioni, eccitazioni varie….

2 – mai considerarlo giusto.

3 – sapere che ci si può dominare; altrimenti ci si offenderebbe dandosi degli incapaci di compiere il bene.

4 – intensificare le virtù della sincerità, del rispetto, della fortezza… in definitiva dell’amore, per cui anche l’adesione a ‘cuori puri’ aiuta.

Ricevi un abbraccio fraterno,

fra’ Renzo

Aggiungo solo che il regolamento di Cuori Puri ( punto 11) dice ( clicca qui ) quando bisogna togliere anello. Non specifica però dettagliatamente. Già la tua coscienza dovrebbe dirti  se sei degno di essere testimone della purezza o se non lo sei. In ogni caso ti consiglio di trovare un direttore spirituale, perché solo lui potrà discernere le situazioni e le cadute che possono capitare lungo il percorso.

Uno non deve vivere la promessa con ansia e il peso, ma deve sentirsi felice e forte di questa scelta, non per paura di peccare ma perché capisce la propria preziosità e il bene che ciò ne comporta. Togliere l’anello di Cuori Puri non è una punizione – perché una persona “ha peccato” – ma è un segno di rispetto verso coloro che invece questa promessa riescono a mantenerla.

Ecco perché gli anelli di Cuori Puri non sono per tutti. Non li si può acquistare, ne regalare. Solo ed esclusivamente possono essere spediti su richiesta specifica della persona che ha deciso di fare del proprio corpo e della propria vita un dono a Gesù, finchè non troverà la strada della propria vocazione.

Dio ti benedica

Ania G.

Per le vostre domande potete scrivere a Cuori Puri clicca qui

Oppure direttamente a Fra Renzo Gobbi clicca qui

© Pixabay.com

Condivisioni 110

La Castità Prematrimoniale come scelta di vita. Entra a far parte di Cuori Puri, iscriviti e potrai richiedere l'anello.