Il mio fidanzato mi faceva ricatti morali, ma io non ho mollato

Il mio fidanzato mi faceva ricatti morali, ma io non ho mollato

 

Da adolescente non ero molto vicina alla fede come adesso, o comunque da quando ho raggiunto la maggiore età!
Mi ritrovai a 13 fidanzata e pensavo che questo bastasse per rendere lecito un rapporto sessuale! Questo lo pensava la mia testa forse, ma il mio corpo e il mio cuore no!  Ogniqualvolta il mio fidanzato tentava di avvicinare il suo corpo al mio, scattava in me un automatico rifiuto…una chiusura tale da non permettere a nulla di entrare, nel vero senso della parola!
Non capivo perché ciò accadesse… inizialmente pensai che forse avrei avuto bisogno di accettarmi che la relazione fosse effettivamente duratura, che era solo timore di essere usata e poi gettata via… ma intanto gli anni passavano e la situazione non cambiava proprio!

All’età di 18 anni iniziai il mio cammino di fede con il Rinnovamento dello Spirito Santo(di cui adesso sono membro di pastorale, nonché catechista e volontaria Caritas)… e da lì iniziai a comprendere l’importanza della purezza e di un fidanzamento santo! Ovviamente nessuno mi capiva più. Tutte le mie amiche partivano con i fidanzati, trascorrevano notti insieme e io rimanevamo sempre a casa in  estate, criticata da tutti. Il mio fidanzato mi faceva ricatti morali delle volte… dicendo che non facevo l’amore con lui perché la mia testa non mi permetteva di abbandonarmi, che la fede mi faceva irrigidire il corpo, che erano tutte fissazioni che dovevo farmi passare perché altrimenti un domani non avrei potuto nemmeno avere figli! Iniziai a crederci! Mi sentivo sbagliata, quasi malata! Dicevo al Signore che ormai dopo 10 anni era ovvio che lui sarebbe stato l’uomo della mia vita, mio marito, quindi poteva “aiutarmi” ormai ad avere rapporti! Ma niente! Se qualche volta mi persuadevo a cedere, non accadeva lo stesso un bel niente! Perché i progetti di Dio non erano i miei… infatti, dopo 10 anni smisi d’amare il mio fidanzato e decisi di lasciarlo! anche questa fu una scelta dura dolorosa per tutti… tant’è che da sola non riuscii a farlo! Dio mi mise accanto un padre Spirituale… il mio padre Spirituale: Fra Francesco Pio di Corleone (io sono di Altofonte, un paesino in provincia di Palermo)! Lui mi aiutó a fare discernimento e ad agire con coraggio!

Bene… oggi, dopo solo due anni, sono sposata da 4 mesi con mio marito… anche questa è stata una scelta difficile… perché lui è 17 anni più grande di me, tempo fa ha avuto un tumore e per via della chemioterapia è molto difficile che sia fertile e che possiamo avere bambini(per questo vi chiedo preghiere)… ma sono fiduciosa perché il Mio Dio sa quello che fa e che nulla a Lui è impossibile! Inoltre se mi ha messa in questo cammino, in questa strada, mi darà la forza per affrontare tutto con serenità! E la cosa più bella è stata proprio il vivere per la prima volta le nuove esperienze con lui: il viaggio di nozze, il dormire con un uomo, lo stare sotto lo stesso tetto… il mio corpo adesso è “libero”… e sapere che appartiene solo a mio marito… è la cosa più bella che c’è! Vorrei farlo capire a molte ragazze che l’intimità è una cosa molto seria e delicata… che sprecare il proprio corpo crea delle ferite anche psicologiche… che noi valiamo il sangue di Cristo.. e chi ci ama veramente ci aspetta! Ma purtroppo il mondo rema contro questi principi…! Grazie tante per questa possibilità che mi avete donato! Che Dio vi benedica sempre

Maria

 

La Castità Prematrimoniale come scelta di vita. Entra a far parte di Cuori Puri, iscriviti e potrai richiedere l'anello.